Happy in Monaco (inspired by Pharrel Williams)

Poteva mancare la “nostra” versione di Happy ?
La risposta è : si, poteva mancare benissimo.
Tuttavia l’abbiamo fatta lo stesso.. Desolato per tutti coloro che non ne possono più di questa canzone e di tutte le declinazioni video realizzate finora.

A tutti gli altri : Buona visione. Con la speranza che apprezzino l’approccio goliardico.
Un enorme grazie a tutti gli amici che con sano entusiasmo hanno preso parte alle riprese

#happyinmonaco

letto (72) volte

#fbis10 uno sguardo al tuo passato su Facebook

uno sguardo al passato Facebook  #fbis10

Video “Uno sguardo al passato” di Facebook :

  1. Primi 30 minuti : FIGATA SPAZIALE!!! come hai fatto a pubblicarlo ?, il mio non si vede ! (lo voglio – genio!! – RUBO – LOL)
  2.  Seconda ora : Repubblica pubblica entusiastico articolo sul video di Facebook
  3.  Quinta ora : Facebook aggiunge il tasto “Condividi il tuo video” (Entusiasmo delle folle)
  4. Ottava ora : “Ok, ho solo la foto fake di Bin Laden morto e la mia condivisione con più like ne ha 5 e rappresenta il fotogramma di un gonzo bulgaro, ma lo pubblico lo stesso”
  5. Dodici ore dopo : “Avete rotto i coglioni con questo video di facebook”
  6. Ventiquattro ore dopo : i più snobboni si scagliano contro il video di Facebook e prendono le distanze da questa moda virale che mette a repentaglio la nostra privacy, dando contestualmente del coglione a tutti quelli che l’hanno pubblicato.
  7. Articolo di Repubblica che prende le distanze dal video di Facebook e ne stigmatizza l’uso generalizzato.
  8. Articolo di Gramellini sul video di Facebook (di condanna)
  9. Video “parodia” con protagonista Berlusconi 

Morale : Qualsiasi buona idea di comunicazione, quando viene usata male o in modo compulsivo fa più male a chi la subisce che a chi la usa.

letto (538) volte

Cuore di Stella

copertina_Cuore-di-stella

Un romanzo che vede la luce è sempre cosa emozionante, se è scritto da un amico lo è per tanti altri buoni motivi. No, non ne parlerò qui e non ne parlerò adesso, ma  si tratta di cose che hanno a che vedere con la simpatia e la stima per un amico lontano che se fosse più vicino sarebbe compagno di mille chiacchiere ed avventure quotidiane.

Un grande in bocca al lupo a Gianmatteo Pellizzari (aka Trentamarlboro, per i nostalgici) e all’ottimo Giuliano Geri (che saluto) per “Cuore di Stella“.

 

 

geri-pellizzari

Gianmatteo Pellizzari – Giuliano Geri

«Il viaggio dei due protagonisti – racconta Pellizzari – non è poi così diverso dal viaggio dei due autori: tanto io quanto Geri abbiamo effettivamente scoperto la Bassa friulana proprio scrivendo il nostro libro. Geri l’ha scoperta da milanese, però, mentre io l’ho scoperta da udinese. E questo la dice lunga sul mio invidiabile coefficiente di sedentarietà! Spero che tutti i sedentari d’Italia si spingano fino al regno dello Stella: un regno magico e misterioso dentro cui viene davvero voglia di perdersi. Ville e castelli fluviali, mulini, foreste, risorgive, insediamenti romani, antiche fortificazioni. Per non parlare dei segni della storia, quella con l’esse maiuscola, e delle storie popolari. No, un romanzo decisamente non basta!».

letto (593) volte

E’ disponibile l’eBook L’arte della Seduzione by Ravasio (ed è gratis!!)

L'arte Della Seduzione (by Ravasio) eBook

Dopo cinque anni che il buon Ravasio ci fa compagnia dalle pagine di questo vecchio blog, ho deciso di mettere insieme un eBook con tutte le panzane che ha scritto in questo (lungo) lasso di tempo. il pregiato manufatto è consultabile online qui, ma soprattutto scaricabile per chi vorrà leggerlo con comodo dal proprio tablet o altra diavoleria elettronica di ultima e penultima generazione. (ed è gratis !!)

(stralcio di prefazione) Ravasio Belinoni Frustalupi è un personaggio frutto della mia fantasia malata. Naque nell’Agosto 2008 dopo che occasionalmente trovai in una galleria di personaggi “Vintage” su Flikr l’immagine di questo curioso ometto con capigliatura ispida, baffoni oversize e occhiali d’epoca. Fu amore a prima vista e decisi di inserirlo in qualità di esperto di cose di ammmore con una sua rubrica all’interno del mio vetusto blog (www.pocacola.com). La televisione e i giornali ci hanno abituati da anni ad esperti di ogni genere, ma spesso alcuni di loro sono piuttoso improvvisati, se non addirittura inattendibili. La voglia di visibilità, il piacere di apparire (e i relativi guadagni) ha riempito via via le trasmissioni tv di “esperti” con una propria opinione su tutto, dalla cottura dell’uovo sodo, passando per le analisi sociologiche dei social network, per arrivare alla sfera dell’amore, della coppia e della sessualità.

In questo contesto Ravasio si poteva inserire tranquillamente e così partì (per mio puro divertimento) la rubrica : “L’arte della seduzione”. Nel 2008 il fenomeno “Blog” era nel pieno del suo fervore e fu così che il buon Ravasio iniziò a ricevere visite su visite, qualche maldestro tentativo di plagio e, con mio grandissimo stupore, anche qualche e-mail reale di persone che non avevano capito che si trattava solo di un mio personale divertissement e che gli articoli erano scritti con intenti assolutamente ironici. Fu così che stimolai alcuni lettori/lettrici a scrivere finte mail a Ravasio con strampalate richieste di consigli in campo sentimentale e sechisy (si, lo so che si scrive sexy, ma Ravasio lo scrive e lo scriverà sempre nell’altro modo..) per dare al mio amico immaginario la possibilità di affrontare alcuni temi. Con l’andare del tempo egli ha detto la sua su un sacco di temi e, spessissimo, ha parlato al posto mio in un sacco di articoli.

Siate indulgenti, se possibile, con queste paginette perchè sono semplicemente una raccolta (pubblicata in ordine cronologico partendo dal lontano 2008) dei post pubblicati sul pocacola.com e non ho fatto nessun editing,né correzione di refusi. Questo eBook, o come caspita vogliamo chiamarlo, è una saluto affettuoso al mio amico immaginario che per questi cinque anni mi ha fatto compagnia, e spero ne abbia fatta un po’ anche a quelli che occasionalmente sono passati sul mio blog.

letto (721) volte

Ravasio risponde a una lettrice (bisturi & toyboys)

fluidmatrix_c2

Caro Ravasio, anche se all’anagrafe conto diverse primavere ho speso la liquidazione in ritocchini e ora ho assunto le forme di una bella giovinetta senza tempo; com’è ovvio che sia la mia attenzione è diretta ai miei sopravvenuti coetanei, i ragazzi dai 25 ai 30. Purtroppo, per motivi che ignoro, non riscuoto il gradimento garantito dai soldi investiti… che fare?

Cordialmente sua Bisturi Delusa

Gentilissima Delusa

R. B. Frustalupi

R. B. Frustalupi

La Fondazione analizza da tempo codeste dynamiche “socio-sesciuali” e in questa sede abbiamo già espresso in passato la nostra opininone in merito. Tuttavia torniamo sull’argomento con rinnovata giuoia, poichè se una nostra lettrice ha delle pene noi ce ne facciamo carico con devozione e puntuale entusiasmo.

Intendiamoci innanzitutto sul concetto di “gradimento” riscosso tra i ggiovinetti implumi, ma tonici e ben conformati. A cosa si riferisce, a relazione stabile o “one hit and run” (una botta e via n.d.r.) ?

Il giovane del nuovo millenio al quale Lei fa riferimento è per caso una versione estremizzata di Big Jim (di ottantiana memoria) ? Egli è spesso dedito al proprio corpo ma anche e sopratutto alla depilazione chirurgica delle proprie sopracciglia e di tutte la altre aree generalmente copiosamente ricoperte da pelurie. Codesto maschio, oltre ad essere gradevolissimo sotto il profilo estetico, ha l’enorme vantaggio di essere un formidabile interlocutore sul tema tanto caro a voi donne, quello della depilazione. Vi ricordate quando i vostri uomini non facevano che parlare di calcio ? Ecco : scordate quei tempi tristi, perchè il giovinetto del nuovo millenio ha nuove frecce al proprio arco e saprà (tra l’altro) consigliarvi sulle tecniche depilatorie più trendy et efficaci.

Sono lontani i tempi in cui emaciati e magrolini intellettuali vi portavano a vedere mostre di artisti concettuali dai nomi impronunciabili, mentre voi in realtà avreste preferito essere attaccate a quel muro, in luogo di ammirarci qualcosa di appeso.

Addio agli estenuanti corteggiamenti a base di sonetti e romanticherie d’altri tempi (da parte dei sopraindicati emaciati) che si concludevano spesso in rapporti sesciuali con la stessa durata della preparazione di un cappuccino. Il giovinetto del nuovo millenio è figlio dell’Edonismo Reaganiano del genitore, ha le conoscenze tecniche ed è fruitore abituale di Youporn, quindi non si lascerà intimidire dalla vostra aggressività sechisy, nè men che meno dal vostro copioso appetito sesciuale. Egli è un cyborg fatto per l’ammore.

La cura per il proprio aspetto passa anche (troppo spesso) per la trascuratezza di altre aree (secondarie) dell’essere umano, ma non dobbiamo curarci di ciò. Se l’occhio ed altre parti del Vostro corpo saranno appagate, allora poco importa se la conversazione non sarà mai portata a livelli particolarmente interessanti. Pensate all’invidia delle altre femmine quando sfoggerete il vostro giovinetto al ristorante, avvolto in un bel completo di Armani. A meno che non abbiano installato una cimice sotto il Vostro tavolo, non si renderanno mai conto che in realtà lui vi sta parlando di quanto sia stata dolorosa l’ultima ceretta.

E poi, in fondo, si tratta di un giusto contrappasso. Dopo anni ed anni che le cose sono andate così per noi uomini, è giusto che anche voi sappiate cosa si prova a frequentare il corrispondente di una vanesia oca giuliva..

Evviva la depilazione ! Evviva la Fondazione

In fede

Ravasio Belinoni Frustalupi

(photo courtesy Terry Rodgers)

letto (688) volte